FINALMENTE ANCHE IN ITALIA I CORSI AIS !

 

Grazie ad un accordo di collaborazione con l'AAAM (Association for the Advancement of Automotive Medicine) sono finalmente disponibili anche in Italia i corsi teorico-pratici di metodologia AIS per la classificazione e valutazione delle lesioni traumatiche, in particolare quelle da incidente stradale.

 

La metodologia AIS di indagine, classificazione e studio delle lesioni traumatiche è alla base di ogni seria ricerca in questo campo.


Introdotta dall'AAAM più di trent'anni fa, ha avuto nel corso degli anni varie modifiche ed è oggetto di continuo aggiornamento. Si basa su un "dizionario delle lesioni", accompagnate da codici numerici identificativi delle stesse, e da un "codice AIS" che, in una scala da 0 a 6, ne indica la "gravità".


Prescinde da età (rilevante solo in alcuni casi ai fini dell'identificazione delle lesioni), sesso e condizioni pregresse del paziente, ed è pertanto uno strumento di classificazione oggettiva "della lesione" e non "del paziente".


La SOCITRAS patrocina e raccomanda l'uso dell'AIS nella ricerca e negli studi sulle lesioni traumatiche da incidente stradale - sull'esempio di quanto da tempo già realizzato dai più importanti centri di ricerca - quale strumento di raccolta dati, indagine ed organizzazione del lavoro scientifico. Attira inoltre l'attenzione sull'opportunità che tale metodologia sia applicata solo dopo aver seguito un apposito corso; non si tratta infatti semplicemente di "transcodificare" o "tradurre", ma occorre acquisire delle abilità di "indagine" nella storia clinica del paziente, evitando possibili errori di interpretazione ed applicando regole ben precise.

 

La metodologia AIS è diffusa dall'AAAM attraverso corsi mensili negli Stati Uniti e, in Europa, una-due volte l'anno in Svezia e nel Regno Unito.
L'accordo con l'AAAM, oltre all'esclusiva della traduzione italiana del "dizionario AIS", prevede anche l'esclusiva per la realizzazione in Italia di corsi AIS in italiano, con docenti "autorizzati AAAM". I corsi si svolgono sotto la supervisione dell'AAAM, sono identici come contenuto didattico ed organizzazione ai corsi svolti negli USA e si concludono - previo test finale - con un attestato rilasciato direttamente dall'AAAM.

 

Altri particolari sulla metodologia AIS possono essere ottenuti in un'apposita pagina.

 

Il primo corso si è svolto a Roma nelle giornate di sabato 30 gennaio 1999 e domenica 31 gennaio 1999, presso la sede centrale dell'ACI in Via Marsala 8 (Galleria Caracciolo - Stazione Termini).

 


Ecco qui i primi 21 "diplomati in AIS", insieme con gli istruttori italiani e gli esperti AAAM (Peter Lane, Elaine Petrucelli, Tom Gennarelli), appositamente convocati per la loro formazione, in una foto ricordo finale.

Altri quattro corsi si sono svolti si sono svolti negli anni successivi.  

Un nuovo corso è pronto, integrato con la metodologia IDI (Impact Deformation Injury) di valutazione della gravità complessiva dell’incidente!           

Si svolgerà sabato 19 marzo 2005 e domenica 20 marzo 2005 sempre presso la sede centrale dell'ACI in Via Magenta 5 (zona Stazione Termini) a Roma.    

Si utilizzerà naturalmente il "dizionario AIS - Revisione 1998", che fa parte del materiale didattico distribuito agli allievi.
Le iscrizioni si chiudono il 28 febbraio 2005, fino ad esaurimento dei 20 posti disponibili.
Il costo è di 310 euro più IVA (euro 372 in totale; sconto 10% per i Soci SOC.I.TRA.S. in regola con il pagamento della quota), compreso il materiale didattico, la colazione di lavoro e il caffè degli intervalli. 
Versamento sul ccp n. 11814001 intestato a SOC.I.TRA.S., c/o Istituto Clinica Ortop. Univ. Roma "La Sapienza", P.le A. Moro, 5, 00185 ROMA,
oppure con bonifico bancario sul conto corrente n. 11575-31, Banca di Roma Agenzia n. 153, Roma - IBAN
IT43Z0300203371000001157531, intestato a SOC.I.TRA.S.
E' necessario in ogni caso indicare la causale "corso AIS-IDI" e la propria partita IVA o codice fiscale, ed inviare copia della ricevuta di versamento, via fax, al n. (+39) 06 49982553.

Il corso partecipa al programma E.C.M. - Educazione Continua in Medicina con il n. 51009 e l’attribuzione di 16 "crediti".